CORSO FORMAZIONE PER VOLOnTARI

CORSO DI FORMAZIONE PER VOLONTARI NELLE COMUNITA' EDUCATIVE PER MINORI

BREVE PRESENTAZIONE DEL CORSO

OBIETTIVI :

Fornire le conoscenze basilari ai volontari che intendono iniziare o hanno gia' iniziato un'esperienza di volontariato nelle comunita' educative per minori. Questo breve ciclo di incontri permettera' al volontario di orientarsi nel contesto specifico e avere un'idea chiara del funzionamento e degli obiettivi di questi servizi per minori.

Difatti le comunita' educative (spesso denominate nel gergo  "case-famiglia"), rimangono ad oggi un mondo sommerso di cui si parla poco e in modo ambiguo, non riuscendo a delineare in modo chiaro la loro identita' che e' per natura complessa: esse racchiudono una serie di situazioni di tutela profondamente diversificate e si avvalgono, dal punto di vista operativo, di equipe composte da diverse professionalita' che operano seguendo un approccio multidisciplinare ma unitario.

STRUTTURAZIONE DEL CORSO :

Il corso prevede 6 moduli strutturati in 7 incontri, cosi' suddivisi:

-         1.Comunita' educative per minori ieri e oggi. 

Argomenti trattati:

Storia e legislazione delle comunita' educative minori in Italia.

Comunita', comunita' educativa  e casa-famiglia. Quali somiglianze e quali differenze?

Comunita' educative ieri, oggi e... domani. L'importanza del le reti e del territorio.

Il primo modulo prevede la ricostruzione del concetto di comunita' educativa minorile contemporaneo partendo dalla storia, ripercorrendo le tappe che hanno portato alla nascita di diversi servizi residenziali per minori, dalla nascita alla chiusura degli istituti minorili, fino allo sviluppo dei piu' recenti modelli di comunita' educativa, anche in prospettiva evolutiva.

-         2. Il mondo sommerso delle comunita' educative. Parte I.

 Identita' e funzionamento.

Argomenti trattati:

I minori ospiti: storie di arrivo.

Le professionalita' che lavorano nelle comunita' educative: l'equipe e il progetto unitario.

L'interventopsico-educativo

L'importanza della normalizzazione nel lavoro di comunita'

Le comunita' educative funzionano grazie alla combinazione tra lavoro sociale e ambiente relazionale positivo. L'intervento psico educativo e' strutturato in maniera professionale, cosi' come le giornate e le varie attivita' richiedono una pianificazione dettagliata in grado di combinare le esigenze di tutti i minori presenti. Allo stesso tempo, pero', il knowhow specifico messo in atto in questi servizi deve accompagnarsi ad un processo di normalizzazione del vivere quotidiano che permetta a bambini e ragazzi di non sentirsi isolati e stigmatizzati rispetto ai loro coetanei.

-         3. Il mondo sommerso delle comunita' educative. Parte II.

 L'importanza della relazione.

La relazione con l'adulto positivo

La relazione con i pari

La relazione con la famiglia e il parent training

La relazione con il territorio e le reti

L'intervento psico educativo si basa sull'intersecarsi di diversi livelli relazionali e sulla creazione di reti che tutelano il minore. La relazione con un adulto positivo e' il punto di partenza che permette la costruzione o correzione delle altre modalita' relazionali.

-         4. L'adozione e l'affidamento: l'accompagnamento del minore.

Percorsi di affidamento e adozione dei minori in comunita': dinamiche e gestione

La compresenza delle famiglie affidatarie e adottive in comunita': l'accompagnamento della coppia

Il saluto e la gestione della relazione tra equipe e volontari con il minore affidato o adottato

Nei casi in cui e' previsto affidamento o adozione di un minore, viene svolta una vera e propria attivita' di ponte con le famiglie di riferimento per permettere un vissuto positivo in termini di tempi e spazi emotivi del minore che siano adeguati alle sue esigenze. Vengono quindi descritte le principali azioni e le dinamiche che si vengono a creare affinche' il volontario possa riconoscerle e condividerle serenamente,

-         5. Le madri ospiti nelle comunita'.

Inquadramento normativo e condizioni di fattibilita'

I progetti di aiuto per le madri all'interno della comunita'

Il punto di vista del minore: la compresenza di diverse figure educative

L'intervento psico-educativo condiviso: il ruolo della madre in comunita'

Si descrivono la particolare condizione della madre ospite in comunita', relativamente ai progetti messi in atto senza mai perdere di vista l'obiettivo primario e prioritario di tutela del minore.

-         6. Il superamento dello stigma. La comunita' educativa come risorsa.

Il rovesciamento del punto di vista: comunita' aiutata o aiutante?

Come sviluppare modelli di comunita' aiutante

Rete e prevenzione: due concetti in uno

La visione delle comunita' da parte di cittadini e organizzazioni e' spesso accompagnata dall'idea di contesti problematici e scenari di emarginazione sociale. Al di la' delle problematiche che portano ad un collocamento di un minore in strutture di questo tipo, le comunita' educative hanno il compito e la possibilita' di compiere azioni di prevenzione sociale a livello territoriale (a breve, medio e lungo termine), nonche' di costruirsi come punto di riferimento per associazioni, famiglie e scuola a livello territoriale attraverso azioni specifiche.

-         7. Il volontariato nelle comunita' educative per minori

-         Tra dire e fare: il primo impatto.

-         L'orientamento relazionale

-         L'importanza dell'affiancamento dell'equipe: orientamento pratico ed emotivo

-         Punto e capo: formazione e volontariato. Perche'?

Il desiderio di formare i volontari che inizieranno un'esperienza nelle comunita' educative nasce dalla volonta' di garantire una preparazione emotiva e conoscitiva e, al contempo, dalla necessita' di farsi conoscere, di parlare di comunita', di entrare in contatto con un mondo che e' gia' parte del mondo.

SEDE

CSV TERAMO

GIORNI E ORARI

OGNI GIOVEDI DALLE ORE 17:00 ALLE ORE 19:00 DAL 17/01/2019 AL 28/02/2019

PUBBLICIZZAZIONE

SITI, RASSEGNA STAMPA, RETI  FORMALI E INFORMALI SUL TERRITORIO

MATERIALE DI SUPPORTO AL CORSO

PROIETTORE, SLIDE

MATERIALE DI SUPPORTO AI CORSISITI

VADEMECUM DEL VOLONTARIO NELLE COMUNITA' EDUCATIVE PER MINORI

CD CONTENENTE SLIDE E BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

 
SEDE LEGALE
 
Sirena Cooperativa Sociale srl ONLUS
Via F. Parri , 1
64018 Tortoreto Lido (TE)
Tel. 0861.777445
Fax 0861.774694
Cell. 348.2225365
ASILO NIDO SIRENA
Via F. Parri ,1
64018 Tortoreto (TE)
Tel. 0861.777445
Cell. 348.2206110
 
 
COMUNITA' EDUCATIVA SIRENA
Via Saraceni 36  64018  Tortoreto (TE)
Tel. 0861.787788
Fax 0861.781210
Cell. 338.8152892
Email. comunita@cooperativasirena.it
 
COMUNITA' EDUCATIVA NEMO
C.da Feudo Basso snc
64020 Castellalto (TE)
Tel/Fax 0861.570546
Cell. 342.1182401
Email. comunita.nemo@cooperativasirena.it