COMUNITA' EDUCATIVE

 

La comunita' educativa per minori e' una struttura residenziale per minori in grado di accogliere 10 minori + 2 in pronto intervento sociale che non possono piu' vivere all'interno del loro nucleo familiare di origine o sono sprovvisti di rete parentale e che per indicazione dei Servizi Sociali territoriali, su disposizione del Tribunale per i Minorenni, vengono affidati a strutture di tutela alternative. 
All'interno della Comunita' educativa per minori intendiamo promuovere un clima adeguato, a misura di minore, che tenga conto di tutte le sue esigenze evolutive, accogliamo ragazzi con disagio e, a volte, in situazioni a rischio. Le situazioni di rischio sono molteplici e la Comunita' Educativa per Minori e' pronta a riconoscere nei diversi casi le "ferite" nascoste del minore e a saper approntare il giusto modello di sostegno e cura. 
La comunita' ha il compito di fornire tutela al minore in stato di bisogno, soprattutto a seguito dei nuovi flussi migratori, delle nuove poverta', dell'aumento del numero delle famiglie mono-genitoriali, delle adozioni fallite. 
Il primo e centrale obiettivo della struttura e' il benessere psicofisico del minore,per portare a realizzazione questo obiettivo generale bisogna dare attenzione ai bisogni del minore, siano essi di natura materiale, educativa, personale, psicologica e sociale. Prima dell'ingresso del minore elaboriamo con i servizi invianti un progetto generale che definisce il senso dell'inserimento del ragazzo e il cosa fare insieme al ragazzo, si tratta di una bozza di progetto educativo personalizzato, dopo l'ingresso, per ciascun minore elaboriamo e formalizziamo un piano di azioni: il Piano Educativo Personalizzato (PEP), che rappresenta un atto programmatico elaborato dall'equipe, con la collaborazione dei servizi territoriali e redatto dopo la fase di osservazione del minore. Il PEP e' il documento attraverso il quale gli operatori progettano gli interventi da attuare per il singolo minore della Comunita' e' il documento che consente di programmare le attivita' che vengono svolte nella Comunita' tenendo conto dei bisogni specifici e particolari di ciascuno.